L' E-magazine
di Bologna
dom 22 apr 2018 23:05
2torri.it Tower List Registrati Domande e Risposte Contatti

@ Tavola
Locali
Dormire

RICERCA: EVENTI

<< Aprile 2018 >>
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

Sport
Cinema
Teatri
Arte e Cultura
Concerti
Sagre e Fiere

NUMERI UTILI

  


Al Forestér - Vita accidentale di un anarchico. In occasione Festa della Liberazione
Dove: Castel Maggiore (Teatro Biagi D?Antona - Via G.La Pira 54)
Quando: sab 21 apr 2018
Orario: dalle 21:00 alle 23:00
Info: 333.8839450 | info@associazioneflux.it
Web: http://www.renogalliera.it/calendario/stagione-teatrale-2017-2018

Savino Paparella

Al Forestér
Vita accidentale di un anarchico

di Matteo Bacchini
diretto e interpretato da Savino Paparella
direzione tecnica Antonio Rocco Buccarello
produzione Teatro del Tempo

Nell?ambito del progetto ?Nel fuoco della rivolta? a cura di Francesca Mazza

Ingresso libero fino a esaurimento posti. La prenotazione è consigliata


Arriva al Teatro Biagi D?Antona di Castel Maggiore (BO), in occasione della Festa della Liberazione, Savino Paparella con lo spettacolo Al Forestér. Vita accidentale di un anarchico, un appuntamento del progetto ?Nel fuoco della rivolta?, curato da Francesca Mazza, all?interno della stagione Agorà.
Al Forestér è Antonio Cieri: soldato di leva, ferroviere, anarchico, antifascista, morto su una collina spagnola in un giorno di aprile; ma è anche un racconto di formazione, storia di come un ragazzo diventa uomo. La vicenda sembrerebbe oggi eccezionale: la partecipazione da ?volontario? alla Grande Guerra, i moti di Ancona, le barricate di Parma, l?esilio in Francia e la guerra civile spagnola, sempre dalla parte degli sconfitti.
«La nostra storia di Cieri ? afferma il regista - è accidentale e piena di immaginazione: i fatti reali che lo hanno visto protagonista si fermano infatti un momento prima di diventare retorica e lasciano il posto alla storia personale di Cieri, che nessuno conosce (di lui sono rimaste pochissime notizie) e che abbiamo inventato ponendoci dal suo punto di vista, quello di un uomo che pensava e scriveva poesie».
Su un impianto scenico essenziale (un tavolo, un bidone, degli appendiabiti), il fluire del racconto è dato dal rumore del treno che porta Cieri dall?Abruzzo al fronte, a Parma, all?esilio a Parigi, fino in Spagna dove morirà.
Al Forestér trae la sua forza da questa vita straordinaria, narrata con partecipazione emotiva nel rispetto degli elementi storici e interpretata con energia e generosità, in una continua metamorfosi scenica e fisica in cui il corpo dell?attore lavora con ritmo quasi coreografico.

Savino Paparella
Nasce nel 1973 a Milano. Qui si forma come attore presso lo ?Studio-laboratorio dell?attore? diretto da Raul Manso. Nel 1992 partecipa al progetto teatrale sulla strage di Bologna Antigoni della Terra diretto da Marco Baliani. Nel 1993 scrive e interpreta lo spettacolo Quando con Rossana Gay e Filippo Arcelloni. Nel 1996 è interprete nello spettacolo Verdi: un maestro racconta L?Emilia, ideato da La Nuova Complesso Camerata, gruppo con il quale instaura un lungo rapporto di amicizia e lavoro collaborando anche alla realizzazione di laboratori teatrali in Sardegna e in Sicilia. Dal 1999 al 2016 lavora con Fondazione Pontedera Teatro, come attore negli spettacoli diretti da Roberto Bacci: Oblomov da L. Goncarov, Ciò che resta dalla Montagna incantata di Mann, Aspettando Godot di Beckett, Amleto di Shakespeare, Mutando riposa, ispirato a Eraclito, Abito, ispirato a Pessoa, Gengè da Uno, nessuno e centomila di Pirandello, Lear di Shakespeare.
Dal 2011 a oggi è attore negli spettacoli di Roberto Latini (Produzione Fortebraccio Teatro): Ubu Roi di A. Jarry, nel ruolo di Padre Ubu, Seppur voleste colpire/Programma di battaglie per la resistenza teatrale, Metamorfosi da Ovidio, Il teatro comico di Goldoni (Produzione Piccolo Teatro di Milano).
Nel 2013 è attore e regista dello spettacolo di Matteo Bacchini Al Forestér, produzione Teatro del Tempo (Pr), vincitore dei premi: Linutile - Teatro Padova 2014, Festival teatrale di Resistenza Museo Cervi (2015), Palio Poetico - Ermo Colle (2015).
Parallelamente svolge anche l?attività di attore cinematografico partecipando a vari film e cortometraggi, tra i quali: Veleno di B. Bigoni, Donna Rosita non è più nubile di B. Pederzoli, Pompeo di A. Boccola e P. Vari. Recita nei cortometraggi del regista Alessandro Quadretti: Il posto vuoto (2004), Inside out (2005), L'acqua sulla pelle (2007), Espero (2015). È attore in diverse fiction Rai, tra cui La Squadra e Terapia d'urgenza.


La stagione Agorà è promossa dalla Unione Reno Galliera, realizzata con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, con la direzione artistica di Elena Di Gioia e prodotta dall?Associazione Liberty.



NB: Tutti i dati che trovate in questa pagina sono stati controllati con la massima attenzione, e' pero' possibile la presenza di inesattezze che possono essere dovute a informazioni errate in nostro posseso o a cambi di programma. Vi invitiamo pertanto a verificare l'esattezza delle informazioni telefonando al numero indicato.


  
RICERCA in 2torri.it
Ricerca (?) in 2torri.it:

PUBBLICITA'
su 2torri.it

COLLABORA CON NOI
Suggerisci un evento o mandaci il tuo commento.

REGISTRATI
Tower List e' il nuovo servizio informativo che ti offre 2torri.it. Potrai ricevere nella tua casella di posta elettronica informazioni su tutte le iniziative che si svolgono a Bologna.
Registrati


 HomePage    2torri.it    Tower List    Registrati    Domande & Risposte    Contatti      Pubblicita'  
Copyright © 2003-6 2torri Srl. Tutti i diritti riservati.
Liberatoria legale